F3 Remote Controller

Descrizione

Fornita nella sua robusta valigia rigida NANUK® 920 con un peso complessivo di solo 4 kg, questo potente strumento gestisce da solo fino a 256 controllori da campo RT3 e 4096 moduli di sparo SQ3. Il controllo può avvenire sia via radio (con il modulo antenna AT3) sia via cavo sia con entrambi contemporaneamente. La comunicazione è sempre bi-direzionale. F3 vien fornito con 2 frimeware già installati sulla macchina che possono essere utilizzati secondo le esigenze:

  • Versione 1.0: controllo diretto fino a 64x SQ3 (2048 cues)
  • Versione SuperMaster: controllo fino a 256x RT3 e 4096x SQ3 (131.072 cues)

La versione SuperMaster è una versione ottimizzata per la gestione di spettacoli medio/grandi. Le principali caratteristiche sono la velocità e la struttura in parallelo della comunicazione. Queste caratteristiche permettono di eseguire test rapidissimi e performance automatiche o manuali senza limiti temporali.

Caratteristiche generali:

  • Comunicazione bi-direzionale sempre (radio e cavo)
  • Controllo fino a 256x RT3 e 4096x SQ3 (131.072 cues)
  • Autonomia batteria interna: 48 ore in uso
  • Modalità operative utilizzabili contemporaneamente: MANUAL, SUPERCUE, AUTO, TC SYNC.
  • Totale Diagnostica TEST ultrarapida (funzione BUILDER)
  • Totale Diagnostica comunicazione qualità link Radio
  • Limite di tempo tra due eventi di sparo: 0 zero
  • Accuratezza di esecuzione: precisione al microsecondo
  • Funzioni “OVERLAP” per la esecuzione sovrapposta di sequenze di sparo programmate
  • Assemblato IP 55
  • Dimensioni: 38 x 17 x 34 cm
  • Peso: 4.0 kg

Interfaccia utente

  • f3
  • f3
  • f3
  • f3

F3 è programmabile via software. I software supportati sono:

SOFTWARE PyroLEDA®:
ALTRI SOFTWARE E SIMULATORI

Per gli aggiornamenti F3 è provvista di un Updater interno che riceve i nuovi firmware via USB.

F3 viene gestita tramite un ampio display a colori Touch Screen che presenta un esauriente Menu intuitivo ed estremamente fluido. Dal Menu principale si accede a 4 sotto-menu tramite i quali si accede a tutte le funzioni:

SETUP: status energetico della batteria interna, impostazioni del clock interno, impostazioni dei Time Code, parametri Radio

DIAGNOSTICA: informazioni e controllo della comunicazione con altri dispositivi collegati (funzione BUILDER), stato energetico dei dispositivi, assegnazione remota degli ID, riconoscimento ID univoco, check dettagliato delle singole linee (lettura delle resistenze), scansione dettagliata comunicazione radio, qualità del canale radio, qualità della frequenza radio, grado di affidabilità e funzione “send packets”, warnings & errors degli hardware.

PROGRAM: archivio file di programmazione, accesso memoria interna e memoria USB esterna, trasferimento e verifica del programma ai dispositivi collegati.

ENERGY/FIRE: gestione energia, funzione ENERGY/ARM, esecuzione e controllo dello show, funzioni avanzate Il menu ENERGY/FIRE è senza altro quello più interessante poiché contiene numerose possibilità di interazione durante lo show*.

Ad esempio è possibile:

  • Eseguire uno show manualmente (MAN), in automatico (AUTO) e/o sincronizzato (SYNC).
  • Eseguire in MAN singole accensioni programmate durante uno show in AUTO o SYNC
  • Eseguire in MAN singole accensioni NON programmate durante uno show in AUTO o SYNC (funzione FIRER)
  • Eseguire in MAN sequenze programmate durante uno show in AUTO o SYNC anche in sovrapposizione ad altre sequenze in corso di esecuzione (OVERLAP).
  • Selezionare e disabilitare gruppi o filtri pre-programmati
  • Selezionare e disabilitare singoli RT3
  • Dilatare o ridurre proporzionalmente il tempo di esecuzione totale in tempo reale (Funzione STRETCHING)
  • Modificare l’Offset in tempo reale (Funzione OFF SET)

Ogni menu è selezionabile da Touch Screen e anche da un pulsante di funzione corrispondente per avere una ridondanza in caso di guasti durante l’utilizzo. Inoltre un menu storico degli eventi accessibile in alto, storicizza costantemente tutte le selezioni in modo da poter riscontrare in tempo reale le azioni intraprese.

*Alcune funzioni sono disponibile sulla Ver. 1.0 altre solo sulla Ver. SuperMaster

Per quanto riguarda la diagnostica, la F3 utilizza una funzione denominata "Builder". Il Builder esegue una scansione rilevando gli hardware collegati e ne fa una “fotografia” che viene salvata nella memoria interna del controller remoto. La situazione del campo così memorizzata viene quindi comparata con la programmazione dello show precedentemente trasferito ottenendo così un report dettagliato da esaminare. I tempi in questa fase sono molto rapidi: in meno di 2 minuti è possibile ottenere tutti i dati relativi ad hardware e circuiti di ben 10,000 cues!
Una volta effettuato il Builder e possibile visualizzare i risultati su una interfaccia rapida e intuitiva. Schermate come Field Summary Tree View, SQ3 List, RT3 List permettono una lettura esauriente delle stato degli hardware. Se sono presenti difformità rispetto allo show trasferito, queste vengono riportate visualmente.

SQ3 Info permette di visualizzare nel dettaglio del singolo SQ3: l'ID univoco, ID assegnato, lo status, l’energia infine le connessioni degli accenditori nei dettagli. Il Builder viene memorizzato. Questo permette di poterlo richiamare successivamente ed effettuare un altro test in pochi secondi per comparazione. Se verranno rilevate difformità subentrate in seguito, queste saranno prontamente evidenziate.

Per i più scrupolosi e per ridurre i margini di errore del Builder, il sistema PyroLEDA permette di effettuare una diagnostica “a ritroso” (SQ3 > RT3 > F3). Sempre in totale sicurezza intrinseca si eseguono dapprima i test partendo dagli SQ3. tramite il palmare TP3. A seguire si verificano gli RT3e in ultimo si effettua il Builder dalla F3.

PyroLEDA® F3 offre un sistema di backup senza modificare il layout del campo. L’utilizzo dell’FSK come comunicazione tra il RT3 e SQ3 è reso possibile dal fatto che ciascun SQ3 decodifica il TimeCode. Questa proprietà si aggiunge all’autonomia energetica dell’SQ3 e alla sua proprietà di aver in di memoria la parte dello show che lo compete. Le tre caratteristiche - autonomia energetica, di memoria e di sincronizzazione - rendono i moduli di sparo SQ3 completamente indipendenti. In questa condizione è sufficiente inviare degli appropriati comandi direttamente agli SQ3 (più precisamente sui connettori di comunicazione bus), per cominciare l’esecuzione dello show anche senza F3 (in caso di emergenza). Questo costituisce un sistema di backup unico nel genere: la possibilità di eseguire lo show anche senza il controller remoto e senza nulla modificare sul campo. Mantenendo la stessa configurazione hardware e la stessa programmazione è sufficiente inviare i comandi appropriati direttamente da un RT3 (via cavo o via wireless) oppure addirittura semplicemente da una qualsiasi sorgente audio, per poter dare tutti i comandi necessari: armare, sparare, sincronizzare, interrompere e terminare lo spettacolo. In questa forma, se si utilizza RT3 come backup, questo assolve anche ad un funzione di equalizzatore per far arrivare l’FSK con il giusto volume ai moduli da campo.